© RomainCanto 2004 - 2017 | Coro e Orchestra dell'Aventino Roma
Curiosità | La Schola Romana
Con questa locuzione si indica un gruppo di compositori attivi nel XVI sec. presso la cappella papale a Roma, il cui principale rappresentante fu Giovanni Pierluigi da Palestrina. La loro produzione è caratterizzata da: musica di genere prevalentemente sacro, messe e mottetti; fusione di elementi tipici della polifonia franco-fiamminga con la sonorità e la melodia italiana; ritmica regolare e scorrevole; preferenza di melodie gregoriane in funzione di cantus firmus.

La scuola romana realizzò gli ideali estetici e le esigenze liturgiche della musica sacra della Controriforma formulate dal Concilio di Trento (1545 – 63).

Il Concilio permise l'esecuzione in chiesa della musica polifonica (musica figurata) nonostante le proposte di proibizione, stabilendo tuttavia queste condizioni:
- comprensibilità del testo: fu conseguita mediante l'omofonia declamatoria e accentuativa per le parti dal testo denso ed esteso, mentre lo stile polifonico veniva riservato a segmenti brevi (come nel Sanctus o negli Amen);
- dignità espressiva: in opposizione agli eccessi degli "affetti" e allo stile madrigalistico;
- esclusione del cantus firmus profano e di parodie nelle messe: proscrizione rispettata solo inizialmente (numerose messe parodia di Palestrina, Lasso, ecc.).

Nelle decisioni conciliari svolsero un ruolo determinante Jacobus De Kerle con le sue Preces speciales (1561) e Palestrina con la Missa Papae Marcelli (1562 – 63). Favorito dall'ideale della Controriforma, lo stile di Palestrina divenne il modello, l'esempio per eccellenza della polifonia sacra di rito cattolico.

In contrapposizione alla crescente autonomia assunta dalla musica polifonica, la Chiesa promosse una riforma del canto gregoriano e una sua più ampia utilizzazione. Palestrina, Anerio, Suriano e altri compositori lavorarono a questa riforma (accorciamento dei melismi ecc.). La nuova Editio Medicea apparve nel 1614, e rimase in uso fino alla Editio Vaticana del 1907.
(da: "Atlante di Musica", Sperling & Kupfer)
E' possibile richiedere il noleggio delle parti staccate per orchestra sinfonica della Petite Messe Solennelle di G. Rossini contattando la segreteria dell'Associazione al n° 329/3835989 o scrivendo a : info@romaincanto.com
PAGINE CORRELATE
Associazione Musicale "ROMAinCANTO"
Piazza Sant'Alessio, 23 - 00153 - Roma
info@romaincanto.com